06/12/2011 20:00 ###Manovra: possibile un terremoto nella governance delle banche-FOCUS



Si attendono i dettagli dell’articolo 36, le prime ipotesi (Il Sole 24 Ore Radiocor) – Milano, 06 dic – La manovra approvata dal Governo Monti potra’ portare cambiamenti di rilievo nella governance di banche ed assicurazioni, anche all’interno dei consigli di amministrazione piu’ blasonati d’Italia. L’articolo 36, finora rimasto nelle retrovie, ma probabilmente destinato a diventare famoso, prevede infatti il divieto “ai titolari di cariche negli organi gestionali, di sorveglianza e di controllo e ai funzionari di vertice di imprese o gruppi di imprese operanti nei mercati del credito, assicurativi e finanziari di assumere o esercitare analoghe cariche in imprese o gruppi di imprese concorrenti”. Ovvero non sara’ piu’ possibile per un consigliere sedere nel board di banche o assicurazioni concorrenti. Non si hanno indicazioni al momento se la normativa interessera’ gli organi di governance di nuova nomina oppure avra’ effetti retroattivi sugli organi gia’ eletti. Il comma 2 dell’articolo si limita a spiegare che “Ai fini del divieto, si intendono concorrenti le imprese o i gruppi di imprese tra i quali non vi sono rapporti di controllo ai sensi dell’art. 7 della legge 10 ottobre 1990, n. 287 e che operano nei medesimi mercati del prodotto e geografici”. In attesa di indicazioni piu’ dettagliate sull’attuazione della normativa, inclusi gli incroci tra banche e assicurazioni, e’ solo possibile un giro d’orizzonte sui casi piu’ noti di consiglieri di banche o assicurazioni quotate che attualmente sono presenti in piu’ board. Giovanni Bazoli, ad esempio, oltre ad essere presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo e’ anche consigliere di Ubi Banca. Dieter Rampl e Fabrizio Palenzona, presidente e vice-presidente di Unicredit, siedono entrambi nel cda di Mediobanca, di cui Rampl e’ anche vice-presidente. Nel board di Piazzetta Cuccia c’e’ anche Ennio Doris, il patron di Mediolanum. Carlo Pesenti e’ sia nel cda di Unicredit sia in quello di Mediobanca. Angelo Caso’ e’ tra i consiglieri di Piazzetta Cuccia ed e’ anche nel cda della Milano Assicurazioni, di cui e’ presidente. In Mediobanca siede anche Jonella Ligresti, la presidente di Fondiaria Sai.
Francesco Gaetano Caltagirone, invece, oltre a sedere nel cda del Monte dei Paschi, quale vice-presidente, e’ anche nel board delle Generali, con la stessa carica. Il presidente delle Generali, Gabriele Galateri di Genola e’ anche consigliere di Banca Carige. Luigi Arturo Bianchi e’ sia nel consiglio di sorveglianza di Intesa sia nel cda di Banca Generali. L’avvocato Alessandro Pedersoli si divide tra il board delle Generali e quello di Ubi Banca. Il professor Luigi Guatri e’ sia nell’organo di governance di Vittoria Assicurazioni sia in quello del Banco di Desio. L’ex-rettore della Bocconi Roberto Ruozi e’ presidente del gruppo Mediolanum e anche di Banca Intermobiliare. L’articolo 36 e’ gia’ stato ribattezzato ‘norma Catricala” perche’ riprende una raccomandazione fatta dall’Antitrust, sotto la presidenza di Antonio Catricala’ che ora e’ sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. L’Antitrust evidenziava proprio gli “interlocking directorates”. tra le aree di interventi della governance della banche.
Gli (RADIOCOR) 06-12-11 20:00:48 (0386) 5 NNNN

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: