Il caso di Lusi e il caso di Conti non sono uguali


Le vicenda del senatore del PDL Riccardo Conti, che ha realizzato un’impressionante plusvalenza con la compravendita di un immobile a Roma, e quella del suo collega del PD Luigi Lusi, che ha distratto una dozzina di milioni dal bilancio della Margherita, vengono accostate con troppa facilità.

Lo ha fatto anche Sergio Rizzo, un paio di giorni fa, sul Corriere della Sera, scrivendo un commento che legava le due vicende in questo modo (partendo da Lusi). 

                               

E’ giusto che si indaghi sull’operazione immobiliare di Conti e sui dubbi che questa solleva, ma l’impressione è che l’ossessione di vedere il denaro come “sterco del demonio” sia dura da eliminare.

Per esser più chiari: Lusi è un ladro reo confesso, Conti è (anche) un immobiliarista. Per le stesse caratteristiche del suo mestiere maneggia soldi e contatti in maniera disinvolta. Se non ha usato la sua assai poco prominente posizione politica per realizzare l’affare non c’è nulla di “orribile, da ogni punto di vista”.

Piuttosto, farà bene la procura a puntare l’attenzione soprattutto su chi ha venduto e chi ha comprato. E gli psicologi a guardare più da vicino quello che fanno i vertici del loro Ente di Previdenza e Assistenza.  

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

Datamediahub

In Media Stat Virtus [o no?]

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: