Il suicidio di Vincenzo Di Tinco (una breve in cronaca e la crisi)


Vincenzo Di Tinco aveva una sessantina d’anni e faceva il commerciante. Uno dei suoi tre figli si è preoccupato, ieri, quando ha visto che non rientrava a casa. L’ha trovato impiccato ad un albero nelle campagne di Ginosa Marina, nel tarantino. 

Di Tinco è morto suicida, quando nel primo pomeriggio avrebbe dovuto incontrare il direttore della sua banca, alla quale aveva chiesto un fido di 1300 euro per coprire il costo di una fornitura. Con quella banca aveva una sorta di contenzioso: nel corso dell’anno precedente gli avevano addebitato 4500 euro (!) di commissioni per l’uso del POS. L’avvocato della famiglia dice che dall’estratto conto sono emersi “addebiti sproporzionati per le transazioni, probabilmente frutto di errori”. I debiti di Di Trinco non erano solo questi. Anzi, da quel che hanno fatto filtrare gli investigatori e che pubblicano le agenzie, l’esposizione era piuttosto alta. 

Non riesco a farmi scivolare via questa storia di dosso. Lo immagino abbassare la serranda e tornare a casa, ogni sera, con la testa immersa negli incassi, nei soldi da dare ai fornitori e alle banche. Lo immagino mentre racconta la sua storia su quelle due pagine di quaderno che i Carabinieri hanno ritrovato nella sua macchina. Lo immagino sperimentare la propria inadeguatezza di fronte a qualcosa di così titanico come la crisi che stiamo attraversando. Ne immagino la sensazione di impotenza, perché è la stessa che a volte provo anch’io .  

 

Annunci

Una Risposta

  1. […] due post: il primo nel quale sostenevo l’apertura domenicale degli esercizi commerciali, il secondo nel quale parlavo del suicidio di un commerciante strozzato dai debiti. Tra le altre cose mi scrive […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: