James Cameron e io (che sono un sentimentale)


Quello che è riuscito a fare James Cameron mi ha commosso: dopo sette anni di lavoro in collaborazione con National Geographic è sceso, da solo, in uno dei luoghi più inaccessibili del pianeta: la fossa delle Marianne, quasi 11mila metri di profondità nell’Oceano Pacifico, con un batiscafo che lui stesso ha in parte progettato.

Mi sono immaginato al suo posto: scendere a 150 metri al minuto, veder scorrere immagini velocissime di pesci, alghe, rocce e lampi di luce. Poi, nel buio tagliato dai riflettori, osservare la sabbia che si deposita dopo l’impatto e vedere un mondo silenzioso e isolato che si apre davanti a me.

Ma soprattutto mi sono immaginato mentre lavoravo alla realizzazione di uno di quei sogni folli che hai fin da ragazzino, tipo “andare su Marte” o “esplorare gli abissi del mare”.

Non è successo, ho fatto altro e pazienza. Il mio nuovo sogno è che ci riescano i miei figli.

Annunci

Una Risposta

  1. akismet-6d2a3afe70f335e03e02eba1c2be551b |Rispondi

    Il nuovo sogno e’ non smettere mai di sognare.

    La BBC riporta una sua frase “I grew up on a steady diet of science fiction at a time when people were living a science fiction reality.”

    La il fantastico letterario di adesso e’ fatto da maghi che si trovano poteri senza aver fatto sforzi e di vampiri un po’ citrulli. Speriamo che fra 40 anni il sogno non sia quello di diventare un vampiro pirla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: