Italianicissimi isterismi (ancora su #Sallusti)


Al solito, con la mobilitazione per Sallusti e il #siamotuttiSallusti (lo sarete voi e comunque la sora Pina che incontrate al mercato non si sente Sallusti, non glie ne frega niente e pensa che  i giornalisti siano una casta) si perde di vista il problema.

Al giornalista era stata proposta una mediazione, che prevedeva 20mila euro di risarcimento al giudice Cocilovo, il quale avrebbe poi girato i soldi a Save The Children.  Ha voluto sollevare la questione, forse anche per far parlare di sé e del quotidiano che dirige. Ci sta, non è un dramma: difficile trovare qualcuno che di questi tempi non abbia secondi fini.

Ecco, però, prendete il titolo del pezzo di Facci su Libero:  “Il giudice della sentenza: una toga col cuore a sinistra”. O l’editoriale dello stesso Sallusti sul Giornale, quando scrive che non chiederà la grazia a Napolitano “perché, detto con rispetto, nel suo settennato nulla ha fatto di serio e di concreto per arginare quella magistratura politicizzata che con odio e bava alla bocca si è scagliata contro chiunque passasse dalle parti del centrodestra”. O le parole di Ferrara stamattina a 24 Mattino, che imputava abbastanza esplicitamente ad una sorta di linea politica la scelta di una sentenza così dura.

Poteva essere l’occasione per spiegare che in gioco c’è una norma ridicola e che è giustissimo punire la diffamazione a mezzo stampa anche a botte di centinaia di migliaia di Euro se così grave, ma la galera no. I riflettori si spostano, con italianicissimo isterismo, sull'”eroe” Sallusti, sul magistrato cattivo, si prospettano scioperi dei giornalisti, mentre stiamo parlando di una legge da cambiare e basta. Si chieda un impegno a Governo e parlamentari e chiudiamola qua, se possibile.

Annunci

3 Risposte

  1. Un problema importante quale il carcere per un reato di opinione ridotto ad una discussione da Bar Sport tra “sinistra” e “destra” (due concetti, anche loro, di cui in Italia esistono 60 milioni di interpretazioni).

    Che occasione sprecata da parte di tutti per elevare il tono del dibattito e lasciarsi alle spalle questioni da becera curva calcistica.

  2. Mi sembra una disamina molto seria , semplice e chiara , senza fronzoli e/o colori politici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: