Che impatto hanno avuto i social? Mah


Usati per sondare l’opinione pubblica, per valutare il peso dei candidati, per commentare in diretta i dibattiti, per discutere, raccontare, diffondere messaggi, fare propaganda.

Eppure – il paradosso è questo – nelle prime elezioni americane nelle quali si è fatto un uso massiccio dei social network e della rete sia da parte repubblicana che da parte democratica, non sappiamo, non sapremo e non potremo misurare quanto effettivamente abbiano avuto un impatto sul voto.

Di certo si sa che Romney e Obama hanno speso 160 milioni, una frazione dei circa 6 miliardi impiegati complessivamente per gli spot televisivi. Ma il punto non è la propaganda: avrà pesato qualcosa quel 22% di americani che, secondo il Pew Research Center, ha fatto sapere come vota via Facebook o Twitter? Che impatto avrà avuto l’invito promosso direttamente da Facebook ad andare a votare, già testato su 61 milioni di elettori nelle mid term del 2010 e che portò 340mila persone in più alle urne? Quanti voti ha spostato un tweet ben riuscito di un anonimo sostenitore dell’uno o dell’altro candidato, che fino a non molto tempo fa avrebbe avuto giusto l’audience dei suoi parenti?

Ecco, l’unica cosa certa che si può dire è che social e rete sono una nuova variabile, dalle dimensioni ancora incerte e dal peso crescente. Qualcosa, anche se capisco che non sia una novità, con cui fare i conti. Qualcosa con cui anche la politica italiana – con il consueto ritardo, con molte zoppie, a fronte dei 21 milioni di utenti facebook e oltre 2 di twitter del nostro Paese – dovrà iniziare a misurarsi dal voto del prossimo anno. Naturalmente non è ancora in grado di farlo, ma insomma, il tempo arriverà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: