Perché il Papa ha preso l’elicottero


La cosa me l’ha spiegata una collega che se ne intende più di me: in questo modo si evita la trafila, per esempio, di essere accolto su territorio italiano da un rappresentante del Governo e altre questioni cerimoniali. Ma soprattutto: i non Romani che stanno commentando la cosa in queste ore in maniera acida hanno la più vaga idea di cosa può scatenare il passaggio di un Papa dimissionario per le strade della Capitale? Secondo me è per cortesia istituzionale e verso i romani che se ne è andato volando, piuttosto che in auto.

Annunci

3 Risposte

  1. Una sola volta, nonostante viva a Roma da una vita, ho visto di persona passare in auto il Papa: era sul lungotevere, poco dopo cena, e la polizia fermò il traffico auto e pedonale più di un quarto d’ora prima il passaggio del convoglio. Vaticano-Castel Gandolfo sono 27 km, pensare di attraversare la città in auto con un Papa in questo momento storico, delicatissimo, mi sembra pura follia. Non capisco le polemiche a riguardo. E se devo essere sincero, mi è sembrata (anche scenograficamente) un’immagine bellissima.

  2. Sarebbe bastato fargli indossare una bella tuta in triacetato della LEGEA e infilarlo su una bella Dacia Sandero guidata da un pretino a caso fra i tanti e nessuno se ne sarebbe nemmeno accorto. Avremmo risparmiato sull’elicottero e niente problemi di traffico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: