Agli eletti del M5S


Cari neodeputati e senatori, cari cittadini eletti in Parlamento per il Movimento 5 Stelle,

ancora una volta, questa mattina, ho dovuto fare una trasmissione nella quale non era rappresentato il 25% circa dell’elettorato italiano. Il tema che abbiamo affrontato oggi erano i pagamenti dello Stato alle imprese e ha visto la partecipazione del vicedirettore del Sole 24 Ore, Alberto Orioli, del relatore di maggioranza alla variazione di bilancio, Marco Causi, Pd, professore di economia a Roma 3 e Raffaello Vignali, PDL, persona che dell’attenzione alle imprese ha fatto la sua cifra politica. Alla richiesta di poter ospitare Azzurra Cancelleri, relatrice di minoranza, avvenuta tramite Daniele Martinelli, blogger e componente della struttura di comunicazione alla Camera, non ho ricevuto risposta.

La cosa mi dispiace perché penso, in questo modo, di dare un’informazione monca. Per esempio: mi avrebbe fatto comodo avere in onda la vostra opinione, quando ce ne siamo occupati, sulla vicenda dei due Marò, perché avrebbe acceso il dibattito, avrebbe consentito di mettere a confronto posizioni diverse e magari far emergere qualcosa di interessante (anche in quale caso risposta non pervenuta da Di Battista). Ma penso che la cosa rappresenti un problema anche per il vostro Movimento: da tempo sostenete di  non voler partecipare alla “politica politicante”, ma occuparvi dei problemi. Eppure tutte le interviste che sono riuscito a rintracciare sui giornali negli ultimi giorni (quella di Vito Crimi sulla Repubblica di oggi, per esempio) sono esattamente su nomine, presidenze, commissioni, saggi. Penso anche che dobbiate qualcosa anche a coloro che vi hanno eletto, qualcosa che non si limiti ad un post su Facebook. Forse nel 2050, magari anche nel 2020, ci informeremo tutti solo via internet, ma oggi le principali fonti di informazione sono tv, giornali e radio. Il pubblico confronto, lo dovreste sapere bene voi che lo predicate in ogni dove, è un arricchimento della democrazia.

Sia chiara una cosa, però. Nel caso accettiate la sfida dei contenuti non vi aspettate un atteggiamento morbido. Sarete trattati come gli altri, valutati sulla base delle qualità delle soluzioni proposte e della profondità delle argomentazioni. Come da queste parti si è sempre fatto.

Annunci

18 Risposte

  1. Dall’enfasi dell’articolo posso desumere che Lei sia un simpatizzante del Pdl?

    1. Che commento scemo.

    2. Dall’enfasi dell’articolo si può desumere che si tratta di un accorato invito fatto da una persona capace nel proprio lavoro!
      Nonostante qualcuno cerchi di ucciderlo, il confronto, tipico di una sana dialettica, continua a sopravvivere!

  2. il m5s non può venire a dare opinioni in radio sui problemi concreti perché, semplicemente, non ne ha alcuna.

    1. già, almeno questo dimostra il loro atteggiamento

  3. Dalle trasmissioni che seguo da tempo direi di no.
    Ma anche fosse… è reato?

  4. Leggendo il commento precedente si nota che, come spesso accade in rete, non si entra nel merito degli argomenti proposti, ma si cerca di affibbiare un’etichetta a chi propone elementi di riflessione, anziché fare lo sforzo per una discussione aperta.

  5. Ma perché, un giornalista che vuole fare bene il suo lavoro, deve per forza avere simpatie politiche per questo o per quello? Forse bisognerebbe imparare a mettersi nei panni degli altri e tentare di capire che la fase della protesta è finita, ora bisogna iniziare a lavorare per trovare delle risposte. Per i cittadini, ma anche per i giornalisti, che in qualche modo li rappresentano. Chi fa delle domande le fa prima di tutto per conto dei suoi lettori-ascoltatori, mettetevelo in testa.

  6. Sig.Marco
    perchè a richieste concrete non rispondete concretamente ma attaccate la persona?
    i suoi, immagino, eletti hanno forse timore di non saper rispondere perchè non abbastanza preparati?

  7. non sanno cosa rispondere, quando si fanno loro domande dirette, si devono concordare prima, in modo che si preparino, in accordo con il loro Portavoce? su cosa dire, pena l’ epurazione

  8. Forse te dovresti sveglià: anche i sassi sanno che Martinelli è stato esautorato 48 ore dopo l’incarico e quindi non lavora né col m5s né alla Camera.
    Chiedi alle persone giuste, e vedrai che va a buon fine.

    1. Ho chiesto espressamente a lui se avesse ancora un ruolo (leggo anche io, eh) e mi ha detto di sì. Oggi ho riprovato tramite altri canali. Domani ti so dire.

  9. Reblogged this on Povero Paese and commented:
    Scrivi qui i tuoi pensieri… (opzionale)

  10. UN TIRO ALLA CORDA, DA UN LATO IL M5S dall’altro tutti gli altri partiti, per ora non vince nessuno, c’è lo sforzo con lo stallo, a perderci però ci siamo tutti NOI che d’Italia facciamo parte.

  11. i grillini sono il peggior spreco di denaro pubblico di tutta la storia repubblicana, poichè non hanno fatto e non faranno nulla; lo dicono apertamente, se ne staranno solo a guardare

  12. Il ragionamento funziona,ma solo in parte.In teoria è tutto giusto,ma la domanda nasce spontanea:”In quale contesto dovrebbe avvenire il confronto?Su una tv commerciale?”.
    A mio avviso è condivisibile che una qualsiasi persona si rifiuti di apparire in una trasmissione di una tv commerciale,sebbene pagata,perchè si presterebbe al gioco degli sponsor e servirebbe per fare vendere uno spazio pubblicitario.
    Tuttavia,il ragionamento sul confronto è condivisibile,e visto che i grillini comunicano solo sui loro “media”(che sono in parte sponsorizzat),allora dovrebbero accettarlo almeno in quel contesto.

    Infine,direi che dovrebbero esistere canali di comunicazione per le istituzioni che siano qualcosa di più una utenza su un social network o una apparizione in un talk show su
    una tv commerciale.

  13. Da candidato grillino, Simone Spetia sei un grande, ti seguo sempre. Ma sempre di talk show si tratta. Anche se su Radio24 le cose si discutono seriamente, tutt’altra pasta rispetto ai talk show televisivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PROGRAMMATA

2000 anni di modi di dire "vota per me!"

Roberta Lombardi Cittadina

Just another WordPress site

La Valle del Siele

Appunti dalla frontiera. Agricoltura, mercato, scienze, sviluppo

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

tutta colpa di Internet

sentimenti in Rete e connessi disastri

Insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

DataMediaHub

L'informazione sui media come non l'avete mai vista

Mani bucate - Marco Cobianchi

IL LIBRO CON I NOMI DELLE IMPRESE CHE INCASSANO AIUTI PUBBLICI

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Deborah Bergamini

Forza Italia

John Maynard

banche imprese persone

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Nomfup

Only connect

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: